Business Model of Sustainability

Business model legati allo sviluppo di progetti a sfondo etico se ne possono ipotizzare diversi ma il più semplice è basato sul previsto incremento delle vendite, e dei fatturati, a favore degli operatori del mercato (aziende multinazionali) che sceglieranno di dare un serio contributo, avviando i primi importanti progetti di tutela ambientale.

È un effetto di richiamo di cui i loro prodotti potrebbero beneficiare a fronte del “riconoscimento” da parte della clientela nei confronti di chi adotterà questa strategia. È un modo per sostenere, sebbene in modo indiretto, l’avvio di un percorso virtuoso che i grandi marchi potranno avviare, contando sul sostegno del loro vasto pubblico.

Questa sorta di partnership – dai benefici inaspettati – fra chi produce e chi consuma, che sostiene una vera e propria “causa comune”, è attuabile alla condizione che i produttori si impegnino realmente, dando seguito alle promesse. Perché è insufficiente annunciare un impegno “green”, dando una mano di vernice verde alla facciata dell’azienda, piuttosto che fingere di cavalcare la causa della sostenibilità per godere dell’appoggio incondizionato della clientela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.